Floyd, che altro

Il pugile migliore degli ultimi quindici anni? Non è italiano. Perciò sulla quarta di copertina di Sotto quelle luci c’è Floyd Mayweather Jr, campione sul quadrato e negli affari, l’unico ad avere battuto il record di Rocky Marciano di 49 match senza neppure una sconfitta. È avvenuto l’estate scorsa, tra qualche giorno sarà un anno: 50 vittorie, l’ultima delle quali contro l’asso della MMA Conor McGregor.
Mayweather è stato anche tra i pochi ad attrarre, nei suoi mega match, sponsor che non s’erano mai visti nel mondo della boxe. Come Hublot, che ha investito su di lui e pure su Gennadij Gennadijevič Golovkin, alias GGG, altro super campione che rimarrà nella storia della boxe e non solo degli anni Duemila.
Una frase di Mayweather che lo definisce? “Some pay to see me win, some pay to see me lose, but they all pay”.
In copertina, invece, un disegno realizzato apposta da Gian Maurizio Fercioni, fondatore di Queequeg Tattoo Studio & Museo, scenografo di fama e decano dei tatuatori italiani.
Thanks.

cover_luci_OK